Informazioni sulla stampaCome contattarciLa mappa del sitoCerca sul sito
Dove alloggiare nelle Cinque Terre?
Tu sei qui:   » LE CINQUE TERRE   » I BORGHI   » VERNAZZA



Clicca sul nome di un borgo per visitarne la pagina Monterosso Vernazza Corniglia Manarola Riomaggiore

» Vernazza
Panoramica di Vernazza da Ponente
Copyright APTClicca per vedere questa foto in una nuova finestra

Il porticciolo
Copyright APTClicca per vedere questa foto in una nuova finestra

Vernazza dal Sentiero Azzurro. Punta Mesco sullo sfondo
Copyright APTClicca per vedere questa foto in una nuova finestra

Vernazza, unico porto naturale, è la perla delle Cinque Terre: la sua bellezza l'ha resa famosa in tutto il mondo e la sua immagine è riprodotta in innumerevoli pubblicazioni.

La struttura del borgo è a difesa: è stata costruita ai lati di una valle strettissima dove si arrampicano le case del borgo.
Dalla parte verso il mare l'abitato è stato costruito su un lato e sulla sommità di un bastione roccioso alto oltre 40 metri, a precipizio sul mare, dove si inoltra per un centinaio di metri come la prua di una nave.
Sulla parte terminale del bastione un castello medioevale con torre cilindrica, dominante il paese.

Più in basso, all'ingresso del porto, a livello del mare, un'altra fortezza più piccola, chiamata "Belforte", che chiude la difesa a est e sud.
La parte a monte è difesa da una cinta muraria e da una torre cilindrica.
A nord-est, a picco sul mare, un'altra torre cilindrica di avvistamento chiamata "La Torre".

Le origini di Vernazza vengono fatte risalire da alcuni studiosi ai mitici Liguri. Secondo questa opinione, il nome di "Vulnetia" ossia "ferita" (per la sua conformazione topografica) lo ebbe dai coloni romani che nel 177 A.C. vi fondarono una colonia, dopo la conquista della città etrusca di Luni e la spartizione dell'"Ager Lunensis".
Identica origine per Monterosso, Corniglia e Volastra.
Nel 1207 i signori di Vernazza promettevano ai consoli di Genova di essere pronti ad intervenire nell'esercito genovese con i loro uomini.
Nel 1209 Enriguino di Poenzolo cedeva a Guglielmo Usodimare tutti i suoi diritti sul Castello di Vernazza e gli uomini di Vernazza singolarmente giuravano di essere obbedienti a Genova e di eseguire tutti gli ordini impartiti.
Nel 1276 veniva annessa alla Repubblica di Genova.


[ top ]


_________________________

© 2001 Cinque Terre Turismo e Vacanze. Tutti i diritti riservati.